Effetti collaterali

La luce entra dalla finestra, insieme ai rumori del traffico e al cinguettio degli uccellini.

Mi giro un po’ nel letto. Sono stanchissima. Ho come una specie di vuoto di memoria.

Comunissima e momentanea amnesia post sbronza. Mi giro ancora nel letto per liberarmi dal torpore mattutino, e tempo pochi minuti, i ricordi cominciano ad affiorare, sia quelli della serata alcolica che tutto il resto.

Ho fame e l’odore del caffè che arriva dalla cucina, non fa che incrementare il vuoto nel mio stomaco.

Sento le voci di Chiara e di Claudio che si avvicendano, si mescolano, poi si alternano nuovamente intervallate da qualche pausa più o meno lunga. Non so cosa si stiano dicendo ma il pensiero di recarmi in cucina e affrontare i loro sguardi mi angoscia.

Infilo una maglietta al volo, mi faccio coraggio e vado.

Come mi vedono arrivare cessano di parlare. L’angoscia dentro di me monta sempre di più. Li saluto e cerco di tenere un atteggiamento un po’ vago, poi comincio ad armeggiare sui fornelli , prendo la caffettiera e un bicchiere.

colazione

Mi tengo impegnata tra burro, marmellata e fette biscottate. I miei occhi e quelli di Chiara si incrociano per un rapido istante. Sono tristi, languidi, come se non avesse chiuso occhio tutta la notte. Mi volto di scatto per sfuggire all’impaccio, ed ecco un nuovo sguardo pronto a sindacare la mia anima. Non so cosa passi per la testa di Claudio, ma sembra quasi che sappia qualcosa. Ma come fa a sapere? E’ impossibile che gliene abbia parlato Chiara quindi mi ha sentita stanotte mentre…

Magari sono solo paranoie e quello è il suo solito sguardo di sempre. Ma allora perché continua a fissarmi?

Faccio per afferrare una fetta biscottata, Chiara mi anticipa di poco e quando le nostre dita si toccano, io ritraggo stizzita la mano con un brusco scatto. A quel punto lei ha un sussulto, si alza e se ne va in camera.

Claudio mi guarda in modo severo , accende una sigaretta e va verso la finestra voltandomi le spalle.

Rimango sola al tavolo con i miei dubbi, le mie paure e il mio caffè…

lonelyness

Annunci

Un pensiero su “Effetti collaterali

  1. Pingback: Quello che non sai di lei 'diario di una debole'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...